Luras

L'Università in centro a Olbia

Entro il 2020 Olbia potrebbe avere una sede universitaria nel contesto urbano. Oggi il polo universitario della città gallurese è ospitato all'interno dell'aeroporto Costa Smeralda dove si possono seguire due corsi di laurea: in Economia e Management del turismo e in Economia aziendale curriculum Tourism Management (Magistrale). Le basi per raggiungere questo traguardo sono state poste con la nascita del Consorzio universitario del quale fanno parte l'Ateneo di Sassari, il Comune di Olbia, l'Istituto Euromediterraneo, la Sinergest, l'Aspo, la Geasar, il Cipnes e l'Area marina protetta di Tavolara: 10mila euro a testa è la quota azionaria versata da tutti tranne che dall'Università. Il consiglio di amministrazione sarà presieduto da Aldo Carta, presidente del Consorzio industriale provinciale del Nord Est Sardegna, mentre gli altri componenti sono Luca Deidda, docente universitario e prorettore dell'ateneo sassarese, e don Raimondo Satta dell'Istituto Euromediterraneo. Il polo di studi troverà casa nella parte bassa di corso Umberto, a palazzo Giordo, conosciuto per avere storicamente ospitati la Upim e poi Standa e Oviesse. L'auspicio è che già all'inizio del prossimo anno possa essere bandito l'appalto per la sua ristrutturazione. Discorso analogo per l'attuale sede di Olbia Expo in via Porto Romano, che ospiterà l'Aula Magna e gli uffici amministrativi. Non appena il restyling sarà completato, l'Università abbandonerà l'attuale sede nell'aeroporto. L'istituzione di un nuovo soggetto dotato di personalità giuridica consentirà al polo universitario della città gallurese di accedere direttamente ai finanziamenti dello Stato e della Regione. Per il sindaco Nizzi "è non solo uno degli atti più importanti di questa prima parte di amministrazione, ma il radicamento dell'Università in città è la cosa più importante che possa capitare alla comunità".(ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie